Salute

Bistecchiera: un nuovo modo di cucinare sano

Bistecchiera: un nuovo modo di cucinare sano

Quando si ha in casa una bistecchiera diventa inutile nasconderselo: resistere alla tentazione di mangiare un piatto di patatine fritte è praticamente impossibile! Però spesso siamo costretti a farlo, perché i cibi fritti contengono tanto olio e un’alta percentuale di grassi, che tutti sappiamo non essere esattamente salutari.

Ma adesso esiste la soluzione per risolvere questo gustoso problema: le friggitrici ad aria calda.

Che cosa sono le bistecchiere:

Questa rivoluzionaria generazione di bistecchiere sfrutta la tecnologia della cottura attraverso la diffusione di aria calda. Il calore si propaga uniformemente all’interno del dispositivo e cuoce gli alimenti utilizzando solo un filo d’olio o addirittura senza! Il risultato è una cucina sana, senza il retrogusto di olio, con circa l’80% di grassi in meno.

Il bello di queste bistecchiere è che sono adatte a cucinare qualsiasi tipo d’alimento. Praticamente tutti i modelli sono dotati di funzione grill e forno, è possibile quindi preparare non solo fritti ma anche grigliate di carne, pesce, dolci e addirittura la pizza.

Il particolare sistema di cottura garantisce fritti croccanti fuori e morbidi dentro, come nei migliori ristoranti.

Bistecchiera Elettrica, a gas, a carbone: tutti i vantaggi

Anche se la cucina sana è il vantaggio principale, la bistecchiera ha altre caratteristiche interessanti che cambiano completamente il modo di cucinare. Prima di tutto i tempi d’attesa: il dispositivo raggiunge la temperatura richiesta molto velocemente, non bisogna più aspettare che il forno o l’olio in padella si riscaldino.

Il gusto è assicurato: la circolazione d’aria calda garantisce una frittura veloce, dorata, che mantiene sempre intatti tutti i sapori degli alimenti.

Il rischio di overcooking diventa un lontano ricordo perché le bistecchiere, soprattutto elettriche (Qui troverai dei suggerimenti per l’acquisto), si spengono automaticamente al termine della cottura e la maggior parte dei modelli ha diversi programmi di cottura preimpostati a seconda del piatto che si vuole preparare: sbagliare diventa impossibile.

Anche la pulizia dellabistecchiera elettrica è facile e veloce

Dopo averla utilizzata e fatta raffreddare, basta estrarre il cestello e lavarlo comodamente in lavastoviglie. Niente più incrostazioni e unto difficile da lavare! Pulire il dispositivo è velocissimo. Inoltre i fornelli e i paraschizzi della cucina non saranno più imbrattati di olio.

Un occhio anche alla sicurezza

Cucinare con l’olio bollente è sempre pericoloso e il rischio bruciature è molto elevato. Le bistecchiere elettriche eliminano anche questo cruciale problema, soprattutto se in casa ci sono bambini.

Tantissime persone hanno già scelto le bistecchiere che sfruttano la tecnologia ad energia elettrica anche perché sono davvero semplici da utilizzare e consentono di preparare tantissime ricette sfiziose in poco tempo. Pensa a come sorprenderai i tuoi ospiti e i tuoi amici con dei gustosi stuzzichini o come sarebbe concedersi qualche snack sfizioso in più senza doverti più preoccupare dei grassi dannosi per la salute.

Adesso tutto questo è finalmente possibile, le bistecchiere sono una vera e propria novità in cucina che ha solo punti di forza.

Cambia anche tu il tuo modo di cucinare, scegli una cucina sana, senza unto, facile e veloce, scegli una bistecchiera!

Featured

Una maniera facile di prevenire l’insorgenza della placca

Prevenire linsorgenza della placca ridurrebbe la presenza di carie e, conseguentemente, le visite dal dentista. La placca si forma quando la carica batterica, tra le cause primarie della carie, aderisce a la superficie dello smalto dei denti  formando una cappa che riveste il dente;  la placca può accumularsi e indurirsi al margine di denti e gengive. I batteri che vivono negli acidi della placca, debilitano lo smalto dentale aumentando il rischio di carie e infiammazioni gengivali.

I batteri si nutrono di alimenti ricchi di carboidrati e con un alto livello di zuccheri; è provato che una dieta con un basso apporto di zuccheri, che contiene un equilibrio di carboidrati complessi, proteine, olii, corrispondono a livelli inferiori di placca dentale.

Vi suggeriamo alcuni accorgimenti che rallentano linsorgere e laccumularsi della placca allinterno del nostro cavo orale.

  • Pasta dentifricia Scegliere una pasta dentifricia che contenga gli ingredienti ideati per prevenire la placca. Una sostanza antibatterica chiamata, triclosan, presente nei dentifrici riduce la placca; è un prodotto che contiene una formula per la demolizione della placca, che rompe i suoi legami con la  superficie del dente. A parte il dentifricio, si raccomando l uso regolare di filo interdentale che aiuta una pulizia profonda tra dente e dente e insieme allo spazzolino elettrico favorisce un eliminazione più energica e regolare della placca
  • Polifenoli  il the verde, il vino rosso e succo di mirtilli, contengono sostanze chiamate polifenoli che riducono la formazione di placca e batteri, impedendo la proliferazione della carie. Leffetto del succo di mirtilli può aiutare ad eliminare fino ad un 50% di più de i batteri che causano le carie; i polifenoli aiutano anche la protezione dello smalto agendo in forma preventiva sulla produzione di acidi da parte dei batteri.
  • Olio Extra Vergine doliva L’uso nella nostra dieta di olio extra vergine doliva, per condire insalate o cucinare in generale, limita la formazione della placca e fortifica i denti. Le numerose proprietà di questo elemento prevengono la formazione di placca e le malattie che colpiscono le gengive. Lolio extra vergine doliva contiene oleuropeina, un composto antibatterico che impedisce ai batteri gram negativi , che causano lerosione di ossa e gengive, che aderiscano ai denti; è capace anche di creare come una sottile protezione sulla superficie dei denti, composti da molecole grasse che formano come una guaina.
  • Le gomme da masticare Contengono xilitolo o sorbitolo che sono sostituti dello zucchero ed aiutano la riduzione della placca.  Lazione è molto semplice, quasi meccanica: non potendo questi batteri ingerire xilitolo, non si nutrono e quindi non favoriscono linsorgenza della carie.